Valeria Genesio per Irpimedia: “Milano 2030 come sarà l’immobiliare”
farini
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Milano guarda al 2030. Nonostante la pandemia, il mercato immobiliare tiene. Dopo l’EXPO 2015 il progetto per Milano è ora il traguardo del 2030, all’insegna dello sviluppo urbano sostenibile, di un sistema di mobilità sempre più avanzato e del verde pubblico.

Nell’articolo pubblicato da Irpimedia sul futuro della città meneghina, tra gli esperti interpellati, anche il Presidente di Agedi Italia, Valeria Genesio, per conoscere le dinamiche immobiliari.

Dopo l’EXPO “vetrina”, la “scia” dei successi milanesi

Secondo l’avvocato Genesio, la fase storica dell’EXPO 2015 è stata “un’operazione di successo, una vetrina fondamentale per l’Italia”, ma ora il traguardo sono le Olimpiadi invernali di Milano-Cortina 2026, il prossimo evento nell’agenda internazionale cittadina:

“L’occasione per portare il turismo internazionale anche a Cortina e per mettere mano alle infrastrutture, che è una delle carenze che abbiamo. Expo è stato un innesco fondamentale per la ripresa del mercato immobiliare milanese, anche Cortina potrebbe esserlo, ma il contesto è già in continua crescita”.

In merito all’impatto della pandemia sul settore immobiliare milanese, così commenta:

“L’emergenza Covid-19 ha avuto un effetto sospensivo, ma nella ripresa si stanno sviluppando i trend che erano in atto, tra cui lo sviluppo di segmenti del settore immobiliare come gli studentati e le strutture per il senior living.”

Leggi l’articolo completo: https://irpimedia.irpi.eu/citiesforrent-milano-2030/